Le due tipologie di titolare di pasticceria

Devi sapere che ci sono due tipologie di titolari di pasticceria: quello che lavora nell’azienda e quello che lavora per l’azienda.

La prima tipologia è quella che praticamente si è creata un posto di lavoro: vive 10-12 ore al giorno all’interno dell’attività barcamenandosi tra banco e laboratorio (e magari cassa), un vero e proprio schiavo della propria azienda che, fin troppo spesso, non è in grado di ritagliarsi uno stipendio dignitoso.

Questa figura non sa cosa significhi lavorare con strategia o investire in modo saggio per far crescere la pasticceria, motivi per i quali non riesce mai a fare il salto di qualità…e mai ce la farà senza fare “impicci vari”.

Purtroppo, con le centinaia di consulenze che ho fatto finora, posso confermare che questa è la tipologia più presente in Italia.

La seconda tipologia è quella dell’imprenditore: sa che per far prosperare la propria pasticceria quello su cui deve focalizzarsi è la parte di crescita. Sa che la parte di laboratorio può essere delegata e, se lavora in laboratorio, lo fa perché lo vuole realmente e non per obbligo.

Sa che i collaboratori sono il motore per la prosperità e focalizzarsi sulla loro gestione, unitamente alla pianificazione di differenziazione e crescita del brand, porterà al successo.

Tu a quale di queste due tipologie appartieni?

La prima vede tutto come costo e non come investimento: l’acquisto di un macchinario viene visto come una spesa e non come un investimento, per esempio. Non si considera quanto può far risparmiare di manodopera nel tempo.

Oppure la formazione viene vista come una spesa, non guardando il ritorno economico massivo che può portare già nel breve periodo.

Purtroppo questa è la tipologia più frequente tra i titolari di pasticceria ed è quella mentalità che allontana dal successo: apri azienda con la mentalità del collaboratore pur giocando ad un gioco totalmente differente.

 

Quell'attitudine però non è sufficiente

Dal momento in cui alzi la tua serranda non sei più un pasticcere ma sei un imprenditore: ti stai comportando come tale? Perché solo così potrai portare prosperità alla tua pasticceria, solo così potrai ottenere gli incassi (e lo stipendio) che realmente vuoi, non lavorando più come uno schiavo nella tua attività per 12/14 ore al giorno.
Ti piace farlo? Perfetto, va benissimo, l’importante è che sia per scelta e non per necessità.

Devi sapere una cosa: è sempre possibile cambiare rotta di marcia.
C’è sempre l’occasione per arrivare ad ottenere qualcosa in più dalla tua attività e, soprattutto, dai tuoi sforzi.

Non è semplice gestire un’azienda, sono il primo a dirtelo (ne gestisco 3). Con le giuste competenze, però, tutto risulta più semplice e può portare soddisfazioni oltre ogni aspettativa.

Per scoprire ciò che fa per te, prenota una consulenza con me o con un membro del mio team: ti basta cliccare sul pulsante che trovi in basso per accedere alla consulenza che può svoltare la tua carriera professionale.

P.S. Non ne restano molte disponibili, i miei consulenti sono oberati di lavoro e non so quanti studenti accoglieremo ancora nei nostri percorsi.

Nicola Candian, esperto in analisi e pianificazione strategica di crescita e gestione aziendale nel settore delle pasticcerie.
Da anni aiuta il settore a gestire la propria azienda con efficacia aumentando gli incassi e, soprattutto, i profitti.

Seguimi su Facebook

Analizziamo insieme la situazione attuale della tua pasticceria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *