Vuoi aprire una pasticceria? Non farlo prima di aver letto questo!

Sempre più persone si gettano nell’impresa di aprire la propria pasticceria: d’altronde cosa c’è di più dolce di vedere i volti dei clienti felici nel gustare le nostre creazioni?
Spesso però ci si butta a capofitto in qualcosa che ci si rende conto molto presto non essere come ci si era immaginati: si lavora in laboratorio, si produce, si produce…ma il profitto? Dove sono i guadagni?

Quello di cui parlerò all’interno di questo articolo è proprio questo: quali sono le basi necessarie prima di avvicinarsi ad aprire una pasticceria.

In consulenza mi trovo spesso, tra le potenziali nuove aperture, le figure più disparate: la casalinga che ama fare i dolci e vuole mettersi in regola, l’ex dipendente che vuole esprimere il suo estro creativo con la propria attività, chi ha perso il lavoro e vuole monetizzare la propria passione, chi non ha idea di come funzioni una pasticceria ma ha un’ottima attitudine imprenditoriale.

Ti sembrerà strano ma, per la mia esperienza, queste ultime figure sono quelle che ottengono più successo.

Devi sapere che puoi essere anche il più bravo pasticcere del mondo ma se ti appresti ad aprire una pasticceria senza un minimo di conoscenze imprenditoriali non avrai vita lunga: prima di produrre una torta devi sapere quanto ti costa!

E non parlo di fare la somma del costo degli ingredienti: devi sapere quanto tempo ci vuole per produrla, come ottimizzare i costi, devi farla conoscere all’esterno, devi fare in modo che sia diversa da quella della concorrenza…e te lo dico subito, non ti basterà il prodotto di qualità, per differenziarti.
Chi entra nei nostri percorsi si rende conto di aver gettato letteralmente anni di attività, non avendo fatto un accurato piano di differenziazione in precedenza: infatti è proprio ciò che ti differenzia dalla concorrenza che ti permetterà di attirare i clienti.

Cosa fare prima di partire?

Ora, spero ti sia chiaro che prima di aprire una pasticceria queste competenze dovrai acquisirle.
Una volta fatto ciò, cosa dovrai fare?
Beh, metterti in moto per l’apertura: parto da zero? Rilevo una pasticceria avviata?

La risposta è: dipende. Dipende da vari fattori (Ho realizzato un intero percorso, Da Zero a Pasticceria di Successo, che comprende anche questo fattore oltre a una miriade di altri, tra l’altro.

Un fondamentale da avere per chi ancora deve aprire).
Quali sono le cose che dovresti considerare? Se ti appresti a rilevare dovresti analizzare il bilancio almeno degli ultimi tre anni, studiare la sua tipologia di clientela, l’ambiente e renderti conto che se quella non è la clientela che tu vorresti nella tua pasticceria dovresti fare un doppio sforzo: allontanare la vecchia e attirare la nuova.
Oltre al fatto che quando rilevi l’attività, tu quella clientela la stai pagando.

Eh già, perché tu non paghi le mura…tu paghi la storicità, paghi gli arredi, paghi le attrezzature.
E se parte di questo non ti va bene chiediti: ma ne vale la pena?

E poi come si parte?

Un errore (tra tanti) che devi assolutamente evitare quando vai ad aprire una pasticceria è quello di tardare l’inaugurazione a dopo l’apertura.
L’inaugurazione si fa il giorno dell’apertura!
Non si può sentire “Intanto mi faccio conoscere e poi faccio l’inaugurazione”!
Ma stiamo scherzando?
Tu devi partire in pompa magna, con una campagna pubblicitaria adeguata alle spalle e, il giorno dell’apertura, fare un’inaugurazione che ti permetta di guadagnare fin dal primo giorno con offerte mirate.

Questo ti farà capire una cosa: che i soldi che ti serviranno per avviare una nuova pasticceria non saranno legati solo all’acquisto della stessa ma a tanti altri fattori.
Dovrai stanziare un budget per il marketing, una parte per l’inaugurazione, una parte per le materie prime, una parte per gli imprevisti, una parte come cuscinetto perché non è detto che tu possa andare a guadagno fin dal primo mese (almeno 6 mesi di fondo ti servono, per pararti).

Chi si affida a noi per le nuove aperture talvolta resta un po’ sconcertato, però preferisco ci siano nuove aperture in meno ma consapevoli di ciò a cui vanno incontro piuttosto che una miriade di nuove pasticcerie che dopo pochi mesi chiudono perché queste cose non le sapevano.

Tu da che parte stai?

Se ti stai avvicinando all’apertura di una nuova pasticceria, sono felicissimo per te: sarà una grande avventura, l’unica cosa che mi sento di consigliarti è di approcciarti a questa con la mentalità dell’imprenditore e non del pasticcere.

Di negozi che producono dolci ce ne sono a bizzeffe, la concorrenza è altissima e se vuoi spiccare devi far la differenza in modo deciso.
Se vuoi partire con il piede giusto puoi contattare il mio team, ti basta cliccare sul pulsante che trovi qui in basso per farti contattare da uno dei miei consulenti specializzati che saprà indirizzarti al meglio verso ciò che può fare al caso tuo per farti partire con il piede giusto.

Al tuo successo!
Nicola Candian, fondatore di Pasticcere Imprenditore

Nicola Candian, esperto in analisi e pianificazione strategica di crescita e gestione aziendale nel settore delle pasticcerie.
Da anni aiuta il settore a gestire la propria azienda con efficacia aumentando gli incassi e, soprattutto, i profitti.

Seguimi su Facebook

Analizziamo insieme la situazione attuale della tua pasticceria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *